selective focus photography of magazines

Notizie

Scopri tutte le news

Metti “MI PIACE” alla nostra pagina e resta sempre aggiornato

Facebook Posts

COMUNICATO C.S.U. - CONFAVIRICAPITOLIAMO QUANTO SUCCESSO CON QUESTA ORDINANZA DEL TARVi invito, intanto, nel rivedervi il mio video del 27 Maggio, giusto per rinfrescare la memoria.E’ mai pensabile che un Calendario Venatorio preparato in copia conforme a quello dello scorso anno, poteva subire una sorte diversa ? Mah! Intanto CI HANNO FATTO GIOCARE LA PREAPERTURA e virgoletto “CI HANNO FATTO GIOCARE LA PREAPERTURA” ….Dunque niente PREAPERTURA.Dopodicchè NIENTE APERTURA GENERALE a CONIGLIO e TORTORA fino al 23 Novembre, data fissata per l’Udienza di Merito, per la precisione c’è anche l’ALZAVOLA ma solo per TP 2 Il coniglio, ovviamente, salta per intero visto che la chiusura era prevista prima dell’udienza del 23 Novembre.Niente allenamento e addestramento cani !!Il 18 Settembre la caccia si apre per il COLOMBACCIO, MERLO, GAZZA, GHIANDAIA.Sempre il 18 Settembre si apre la caccia al CINGHIALE, solo da appostamento temporaneo e senza l’uso dei cani fino al 30 Ottobre, fortunatamente il CINGHIALE è sfuggito all’attenzione del TAR.Il 21 Settembre si apre per la QUAGLIAIl 01 Ottobre si apre per la VOLPE, la CESENA, i TORDI in genere e la BECCACCIAIl 24 Ottobre per la LEPRE ma solo ai PRIVILEGIATI che sono nell’eterno progetto LEPUS CORSICANUS.Essendo stata fissata l’UDIENZA di MERITO per il 23 Novembre, il Collegio si è riservato di decidere sulla restante parte del Calendario Venatorio e sulle restanti chiusure.Prepariamoci ad ulteriori drastiche restrizioni.Cosa volete che vi dica.Ne ho le scatole piene !Affettuosamente VostroCarmelo Francesco Alfano ... See MoreSee Less
IL TERRIBILE SOSPETTO SUL PARCO DEGLI IBLEICome ben sapete o se non sapete vi informo, Giovedì 07 Luglio scorso la C.S.U. ha partecipato all’incontro indetto dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa avente ad oggetto: Istituzione Parco degli Iblei – Convocazione Incontro.In più la C.S.U. con CONFAVI ed A.C.R., sotto l’egida dell’on. Eurodeputato Sergio Berlato, ha inviato una P.E.C. a tutti i Sindaci del comprensorio Parco, invitandoli ad una CONCERTAZIONE da tenersi a Settembre, per una CHIARA PRESA di POSIZIONE sulla istituzione del Parco degli Iblei.Ora voglio riflettere insieme a voi su alcuni aspetti procedimentali che non mi tornano proprio per niente.“ A pensar male si fa peccato ma il più delle volte ci si azzecca “ giusto per prendere in prestito il mitico Giulio AndreottiVediamo di capirci qualcosa:in data 24 GIUGNO scorso arriva una nota del MITE inviata al Dipartimento Ambiente della Regione Siciliana, al Libero Consorzio Comunale di Ragusa, al Libero Consorzio Comunale di Siracusa ed alla Citta Metropolitana di Catania.Oggetto: procedimento relativo all’istituzione del Parco nazionale degli Iblei.Nel corpo della nota si fa riferimento all’ incontro del 24 Giugno 2022 e … leggo testualmente: “ In considerazione delle esigenze rappresentate dal Libero Consorzio di Siracusa si ritiene opportuno assicurare la più ampia partecipazione al procedimento in oggetto con il coinvolgimento degli enti locali e dei portatori di interesse “ .Continuo nella lettura della lettera del MITE … “ si è pertanto ritenuto opportuno individuare la fine del mese di luglio, come termine per la CONDIVISIONE dei Liberi Consorzi di Ragusa e Siracusa e della Città Metropolitana di Catania per ORGANIZZARE INCONTRI E CONSULTAZIONI del territorio. Gli eventuali contributi raccolti ad esito di tale fase di partecipazione saranno coordinati dalla Regione Siciliana e trasmessi a questo Ministero entro i successivi 20 giorni “.In base a quanto letto ed ai termini assegnati, la data di consegna del lavoro istruttorio della Regione Siciliana dovrebbe essere il 20 Agosto, praticamente i funzionari dovrebbero lavorare a cavallo del FERRAGOSTO… mah!! … sarà … !!!Andiamo avanti.La sollecitazione del MITE produce TRE RISPOSTE DIVERSE nei tre soggetti in indirizzo.Infatti il Libero Consorzio di Ragusa, con nota del 28 Giugno 2022, invita i 7 SINDACI dei territori che rientrano nei confini del Parco, tutti i sindacati provinciali, 18 presidenti di Organizzazioni Economiche del Territorio, intendo Coldiretti, Confcommercio, C.N.A., SO.SVI, Piccole Medie Imprese e così via, 9 presidenti dei vari Ordini Professionali presenti in provincia di Ragusa e ben 35 Associazioni diverse, presenti in provincia di Ragusa, tra Ambientaliste, Venatorie, Culturali etc. etc., quali portatori di interesse.La nota laconicamente richiama la sollecitazione del MITE e convoca per il 07 Luglio … leggo testualmente … “ al fine di assicurare la più ampia partecipazione al procedimento istitutivo del Parco…. “.Mi pare una convocazione correttissima ed in perfetta sintonia con le sollecitazioni del MITE.Ma qui cominciano i MISTERI!Una intelligenza sotto-ordinaria come la mia si aspetterebbe EGUALE INIZIATIVA anche dal Libero Consorzio di Siracusa e dalla Città Metropolitana di Catania.Illuso fui!Il Libero Consorzio di Siracusa, con nota datata 30 Giugno 2022, piuttosto che convocare un incontro simile a quello di Ragusa, si LIMITA SOLAMENTE a “trasmettere” ai 18 Sindaci delle città che rientrano nel proposto perimetro del Parco e, PER CONOSCENZA ….sottolineo PER CONOSCENZA, … ai 10 Parlamentari Nazionali e/o Regionali presenti nel territorio siracusano, il carteggio afferente la proposta di perimetrazione e zonizzazione del Parco e … leggo testualmente … “ volendo assicurare la massima partecipazione al procedimento … dell’istituendo Parco, … affinchè le SS.LL. possano prenderne visione ed eventualmente avanzare adeguatamente motivate osservazioni e/o proposte di modifica …. I signori sindaci sono pregati di dare la più ampia diffusione della presente nota e di pubblicarla presso i rispettivi siti istituzionali“.Dunque nessun invito né trasmissione di documenti agli Stakeholder della provincia di Siracusa !!Il tutto, ovviamente, da definire ed inviare sempre entro il 20 Agosto, da parte della Regione, al MITE.Insomma non riesco a comprendere il perché i due Liberi Consorzi Comunali di RG e SR abbiano adottato procedure completamente diverse, così come NON SI CONOSCE LA POSIZIONE dell’ Area Metropolitana di Catania, che pare continui ad essere la grande assente !Ovviamente sarà solo un problema mio, della incipiente senilità che mi rende sempre più difficile capire i fenomeni che mi succedono intorno !!Ebbene, l’incontro di Ragusa finisce con un POTENTE FUOCO DI SBARRAMENTO contro la istituzione del Parco, adeguatamente motivato da parte soprattutto dei rappresentanti delle realtà economiche e produttive del territorio ragusano.Tutti chiedono, sostanzialmente, il RINVIO delle decisioni a DOPO L’ESTATE, che è una ovvietà immeritevole di commenti !!, vista la complessità e l’importanza dell’argomento trattato.MI CHIEDO: è stato dunque un caso questa DIVERSITA’ di PROCEDURA o i Commissari dei due Liberi Consorzi hanno CONCERTATO le due procedure difformi per TASTARE IL POLSO agli umori dei vari STAKEHOLDER e agire di conseguenza adottando idonee contromisure ?Perché se questo sospetto dovesse rivelare un minimo di verità, SAREBBE COSA GRAVISSIMA. Questo significherebbe, almeno così lo legge la mia mente già autodefinita sotto-ordinaria, che a tutti i costi, costi quel che costi, nonostante le PALESI OSTILITA’ dei PORTATORI DI INTERESSE dei territori interessati, i promotori del Parco vogliono, a ridosso di incipienti competizioni elettorali, raggiungere i propri obiettivi in barba ai VERI UMORI ed alla PALESE OSTILITA’ del territorio.Tutto questo per quali reconditi e non dichiarati scopi ?Ad aggravandum arriva una precipitosa convocazione, per il giorno 12 Luglio 2022, di seduta congiunta della IV Commissione Ambiente e Territorio con la III Commissione Attività Produttive della Regione Siciliana, dove leggo la presenza dell’assessore all’Ambiente e non anche dell’assessore all’Agricoltura, la presenza del dirigente generale del Dipartimento Ambiente e non anche di quello dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale, nonché leggo la convocazione di tutti i sindaci dei comuni interessati, anche se nella INGIUSTIFICATA INDIAVOLATA FRETTA hanno SBAGLIATO il SINDACO di Chiaramonte Gulfi, dimenticando che nelle ultime elezioni amministrative è stato eletto sindaco il sig. Mario Cutello e non più il sig. Sebastiano Gurrieri.Infine leggo convocati i vari presidenti delle varie organizzazioni economiche dei territori interessati, con particolare accento su Siracusa ed una stranissima elusione delle rappresentanze Ragusane … vuoi vedere che ne hanno timore per le forti opposizioni espresse in seno all’incontro del 07 Luglio ?Qui qualcuno sta cercando di giocare sporco, UNO SPORCO CHE PUZZA e che prendere in ipotesi di far valutare i fatti alle Tre Procure della Repubblica presso i Tribunali presenti nei territori interessati, sarebbe cosa BUONA e GIUSTA.A pensar male si fa peccato, ma il più delle volte ci si azzecca.Affettuosamente VostroCarmelo Francesco Alfano ... See MoreSee Less

Blog Post